Ne abbiamo già parlato nei giorni scorsi: gli Etf sulla volatilità sono strumenti certamente complessi, presenti quasi soltanto nei portafogli di chi è più esperto. Può invece un piccolo o medio investitore utilizzare degli strumenti finanziari a protezione di un proprio patrimonio in azioni? Partendo dal presupposto che occorre ormai puntare su più prodotti e maggiormente correlati fra loro, un metodo ipotizzabile sarebbe quello di costruire un buon portafoglio di azioni (per esempio ad alto dividendo) e difenderlo con uno strumento sulla volatilità. I professionisti operano in altro modo, per esempio con le opzioni, che però non sono consigliabili a chi non sia uno specialista del settore.

EUROSTOXX, L’INDICE DEI BIG EUROPEI

Una strategia di tale tipo è possibile sull’Eurostoxx 50, paniere di titoli che rappresentano le maggiori società dell’eurozona quotate su varie Borse. Su questo indice situò investire attraverso vari Etf, quotati alla Borsa di Milano, ma la scelta può essere quella di preferire singole azioni, per esempio – come si diceva – ad alto dividendo. In che modo proteggersi nel caso l’Eurostoxx scenda, come sta succedendo da qualche tempo? Le strade sono due: o vendendo l’Etf, per poi riacquistarlo a condizioni migliori, oppure affiancandogli appunto un altro prodotto finanziario, nel caso specifico un certificato quotato sul mercato Sedex di Borsa Italiana, quello sulla volatilità riferito allo stesso indice.

COME FUNZIONA IL CERTIFICATO SULLA VOLATILITA’

Si chiama Barclays  iPath VStoxx Short-Term Futures Total Return Etn (Isin DE000BC2KZY6). Opera – in maniera complessa – sulla volatilità dell’Eurostoxx, comprando quote di future con scadenza più ravvicinata e contestualmente vendendo la stessa quantità di future con scadenza successiva. Un modo di operare, quindi, molto specialistico. Occorre ricordare che gli indici di volatilità, come il VStoxx, sono calcolati a livello teorico e non possono essere oggetto di negoziazione diretta. Tuttavia esistono dei contratti future negoziati in mercati regolamentati che consentono agli investitori professionali di prendere posizione rispetto a questi sottostanti. Chi compra l’iPath VStoxx Short-Term Futures Total Return Etn trova il tutto “assemblato” in un solo prodotto.

DA MANEGGIARE CON CURA, MA DIFENDE LE POSIZIONI

La volatilità aumenta nei periodi di incertezza dei mercati e soprattutto quando le quotazioni scendono. C’è quindi una correlazione inversa fra i due indici. Chi possiede delle azioni in portafoglio spesso non conosce questa situazione e ignora quindi che proteggendosi appunto con uno strumento attivo sulla volatilità di fatto può difendere la propria posizione azionaria. Gli scambi di un certificato come il Barclays iPath VStoxx Short-Term Futures Total Return Etn, non sono rilevanti, così come nell’acquisto occorre saper agire su un “book” di proposte in acquisto e in vendita talvolta modesto, ma di fronte a mercati nervosi questo è uno dei (tanti) modi per proteggersi, sebbene consigliabile per posizioni di breve periodo. Richiede abilità e un certo perfezionamento nel tempo; consente però di poter dormire sonni abbastanza tranquilli in situazioni come l’attuale.

photo credit: TekInvestor via photopin cc