Proseguono i flussi in acquisto sulla periferia dell’Eurozona nonostante le turbolenze affiorate nei giorni scorsi sui mercati finanziari. I nuovi massimi di periodo toccati dal Ftse Mib e i rendimenti ai minimi degli ultimi 9 anni sui Btp ne sono una conferma. Stiamo assistendo a un massiccio posizionamento su Italia e Spagna, in particolare. Questa tendenza, partita a ottobre scorso, si è intensificata negli ultimi due mesi, grazie anche alle tensioni sui Paesi Emergenti.  Il deflusso di investimenti da questi Paesi è stato quasi totalmente riversato sulla periferia dell’Eurozona. Il rallentamento della Cina, le Borse Usa ai massimi storici e le incertezze dell’Abenomics (la politica economica del premier giapponese Abe) hanno riportato in auge proprio il Vecchio Continente.

Gli acquisti hanno interessato un po’ tutte le asset class, dalle azioni a titoli di Stato. La giustificazione si fonda principalmente su due ordini di motivi. Da un lato, il forte appetito per il rischio presente sui mercati spinge gli investitori alla ricerca di nuove aree geografiche su cui puntare nel 2014. Dall’altro, i recenti dati macroeconomici dell’Eurozona hanno mostrato segnali di recupero con molti Paesi che sono usciti da una recessione che durava da troppo tempo. Certo è che siamo ben lontani da una crescita stabile e duratura. L’attesa di ulteriori manovre espansive della Bce nei prossimi mesi alimenta la speculazione sull’accelerazione della ripresa nella seconda metà del 2014.

LA STRATEGIA OPERATIVA

Il rapporto rischio/rendimento sta premiando la periferia dell’Eurozona, che sta cercando di recuperare il terreno perso dal 2011 nei confronti dei Paesi forti dell’Europa. In un simile contesto, ci aspettiamo che nel corso dell’anno che il Dax, il principale indice azionario tedesco possa rallentare sensibilmente la propria corsa. Una strategia di medio periodo potrebbe essere quella di comprare Italia e vendere Germania. In questo modo punteremo sulla miglior performance relativa del Ftse Mib rispetto Dax e potremmo avere profitti sia in un contesto di mercati rialzisti che di mercati ribassisti.

Vincenzo Longo - Market Strategist IG Italia

Per ulteriori approfondimenti: http://www.ig.com/it/news-e-analisi-di-mercato

photo credit: TheJesusGod via photopin cc