Nei primi tre giorni di contrattazioni sono già stati aperti più  di 1000 contratti CFD per scommettere sull’esito dell’annunciato mega-collocamento in Borsa di Poste Italiane, che dovrebbe avvenire nel terzo trimestre dell’anno. Al momento la capitalizzazione attesa dal mercato per il gruppo Poste Italiane, in base alla quotazione del CFD  lanciato da IG, broker online globale basato a Londra, leader di questo mercato, è pari a 13,2 miliardi di euro, in forte incremento rispetto all’avvio (12 miliardi di euro). Da segnalare un notevole interesse da parte degli investitori internazionali, a conferma del fatto che dall’estero si guarda al mercato azionario italiano come  uno dei più ricchi di opportunità.

CFD: CHE COSA SONO E COME FUNZIONANO

Come funziona il CFD di IG con il quale si può investire sul titolo Poste Italiane ancora prima del debutto in Borsa? Con un CFD (Contract For Difference, letteralmente “Contratto per Differenza”) viene scambiata la differenza di valore di un titolo o di uno strumento finanziario (detto “sottostante”) maturata tra il momento della sottoscrizione e la chiusura del contratto stesso. In pratica si guadagna o si perde con il rialzo o con il ribasso così come avviene comprando e vendendo azioni, ma senza possedere realmente il titolo. Tecnicamente il CFD è quindi un  prodotto “derivato” perché il suo valore si basa sull’andamento del prezzo di un bene “sottostante”.

COME SI INVESTE SUL COLLOCAMENTO DI POSTE ITALIANE

In questo caso, spiega Filippo Diodovich, market strategist di IG, il contratto per differenza ha come sottostante la capitalizzazione attesa di Poste Italiane al termine del primo giorno di negoziazione a Piazza Affari. Chi ritene che il collocamento in  Borsa sarà un successo, e che quindi il primo giorno di quotazione si chiuderà con un rialzo, dovrà dare un ordine di acquisto. Chi è convinto che sarà un flop, cioè che al debutto in Borsa il titolo Poste Italiane chiuderà con il segno meno, deve invece immettere un ordine di vendita. Il CFD su Poste può essere negoziato dalle 9,05 alle 22. La quotazione viene pubblicata in tempo reale sul sito di IG. ”Consideriamo questo strumento –  osserva Diodovich – un ottimo barometro per valutare l’andamento dell’offerta di Poste, perché permette di monitorare le aspettative degli investitori sulla capitalizzazione della società, e quindi sul prezzo del titolo. Ricordiamo che la capitalizzazione di mercato si ottiene appunto  moltiplicando il prezzo di un azione per  il numero di azioni emesse”.

IG ha già quotato in passato numerosi altri CFD sulle IPO (tra le più famose quelle di  Twitter, Facebook, Royal Mail, King.com). Ogni volta –  sottolinea lo strategist di IG –  la capitalizzazione effettiva in Borsa dei titoli è risultata  molto vicina alla capitalizzazione attesa dai sottoscrittori dei CFD. Attualmente si può investire con un CFD di IG anche sull’IPO a Wall Street di Alibaba, il colosso cinese del commercio via Internet.

Per maggiori informazioni sul CFD sull’IPO di Poste Italiane: https://www.ig.com/it/poste-italiane-ipo-grey-market

photo credit: Forum PA via photopin cc