I titoli del lusso in Europa continuano ad andare molto meglio in Borsa rispetto alla media generale delle azioni europee: il “premio”, anche se ridotto (rispetto ai picchi del 2010 e del 2011 risulta quasi dimezzato), nel 2013 resta notevole: da inizio anno è infatti del 36%.

I marchi europei, secondo un’analisi della banca di investimenti Morgan Stanley pubblicata a fine luglio, hanno mostrato segni di miglioramento nel secondo trimestre dell’anno. Per una volta la spinta è venuta dai mercati dei Paesi sviluppati, a cominciare dalla stessa Europa. La domanda asiatica di prodotti di lusso, che da anni traina il business, vive infatti una fase di relativa debolezza, particolarmente in Cina.

Nel rapporto gli analisti di Morgan Stanley prendono posizione sui singoli titoli, indicando quelli preferiti e quelli che in questo momento a loro avviso hanno meno margini di miglioramento. In cima alla lista dei preferiti ci sono Hugo Boss e il colosso LVMH insieme a Luk Fook, Michael Kors e Swatch.

Quelli giudicati in questo momento con minori prospettive sono Adidas, Ferragamo, Kering e Li Ning.