Movimenti, novità e consigli di acquisto sul mercato degli strumenti finanziari quotati 

Due Etf hanno fatto registrare oggi interessanti movimenti. Entrambi appartengono all’area dell’oro, in maniera però indiretta. Si tratta di prodotti legati alle società aurifere, un mondo variegato che è stato fortemente penalizzato dal crollo del metallo giallo. Rbs Market Access Nyse Arca Gold Bugs ed Etfx Daxglobal Mining Fund si sono messi in luce con “rimbalzini”, dovuti ai segnali altalenanti registrati dai future sull’oro. L’Rbs ha come indice di riferimento il Nyse Arca Gold Bugs. Riflette le prestazioni delle società aurifere che non abbiano provveduto a coprire la propria produzione dal rischio di fluttuazione del prezzo dell’oro (hedging) per più di 1,5 anni. Un prodotto quindi complesso, ma più reattivo rispetto ai movimenti dell’intero settore. L’Etfx ha come indice di riferimento invece il Dax Global Gold Mining e misura l’andamento in Borsa di un paniere di società attive appunto nell’estrazione dell’oro.

L’UNO O L’ALTRO SI COMPORTANO IN MANIERA DIVERSA

I due Etf sono appoggiati sui minimi dal 2010 in poi ed è la conseguenza delle difficoltà registrate negli ultimi tempi dall’oro. L’Rbs è sceso dai massimi di oltre 180 euro dell’agosto 2011 agli attuali 66,7 euro e l’Etfx dai 36 euro del settembre 2011 agli attuali 14,48 euro. Occorre tenere conto però che si tratta di prodotti molto volatili e quindi capaci di forti rimbalzi.

CONSIGLI OPERATIVI

Come consigli operativi possiamo segnalare che la struttura dei due strumenti fa sì che l’Etfx sia consigliabile per quotazioni dell’oro fino a 1600 dollari l’oncia. In caso di superamento l’Rbs sarebbe invece il favorito, avendo un sottostante di aziende che non si coprono dai rischi di andamento del prezzo dell’oro sul medio e lungo termine.

photo credit: The Puzzler via photopin cc