Movimenti, novità e consigli di acquisto sul mercato degli strumenti finanziari quotati

L’oro continua a vivere una fase di difficoltà e nemmeno le tensioni politiche sul fronte del debito americano sono riuscite a ridargli fiato. La caduta iniziata a ottobre del 2012 prosegue e le speranze che il rimbalzo estivo fosse un reale segnale di risveglio si sono vanificate. Lo strumento più semplice e utile per seguire il trend del metallo giallo è la media mobile a 40 giorni, riferita al prezzo “spot”, ma naturalmente lo stesso si può fare con i vari Etf quotati alla Borsa di Milano. In questo momento tale indicatore continua a dare segnali negativi e li fornisce dall’inizio del 2013.

Il fatto che ormai la quotazione sia vicina a un supporto forte a 1220 $, contro i 1260 $ di oggi, lascia intendere che i prossimi giorni saranno decisivi per la definizione del trend futuro. Un rimbalzo è possibile, come da tempo prevedono molti analisti statunitensi, ma la brusca correzione dell’ultimo anno ha potenzialità per proseguire indisturbata fin verso i 1080 $. La fase quindi è delicata e ogni strategia – al ribasso o al rialzo – potrebbe essere smentita. In conclusione la scelta migliore è quella del “wait and see” (aspetta e vedi).

photo credit: Hans Olofsson via photopin cc