Movimenti, novità e consigli di acquisto sul mercato degli  strumenti finanziari quotati

Gli ultimi anni sono stati abbastanza depressivi per le materie prime, complici vari fattori, fra cui fondamentale quello della crisi economica. Vale allora la pena domandarsi se ci sono prospettive di crescita nei prossimi mesi; e, in caso positivo, su quali commodities puntare. Gli esperti propendono per rialzi – ma non accentuati – di alluminio, grano e gas naturale. Vediamo allora la situazione dei relativi Etc quotati alla Borsa di Milano.

ALLUMINIO

Possibile allungo di un centinaio di dollari Usa rispetto alle quotazioni attuali di 1850 $ al mercato LME di Londra, riferite al contratto future di gennaio 2014. L’obiettivo dovrebbe essere raggiunto nel corso del prossimo anno. Se si avrà una crescita dell’economia il rimbalzo è dato per scontato. Attualmente il corrispondente Etc (Etfs Aluminium) è ai minimi storici delle ultime 1000 sedute, con una quotazione di 2,63 euro. Una prima resistenza è collocata a 2,874 euro.

GRANO

Rimbalzo sul breve periodo e poi una fase di nuova stabilizzazione per il grano, salvo che non entrino in gioco imprevedibili fattori climatici. Una quotazione di 630/640 dollari nel medio periodo al Cbot trova molti analisti concordi, ma dopo picchi anche a 720/740 dollari, contro gli attuali 698 dollari, riferiti al contratto future di dicembre. E per quanto riguarda l’Etc (Etfs Wheat) si è ai minimi delle ultime 1000 sedute a 1,14 euro, sebbene nell’estate del 2012 si fossero toccati quasi i 2 euro. La prima forte resistenza è collocata a 1,333 euro.

GAS NATURALE

Il mini guizzo degli ultimi giorni ha fatto sperare in un risveglio di una delle commodities più amate dagli italiani. In realtà si è trattato di poca cosa. Ma, rispetto all’attuale prezzo di 3,66 dollari/Mmbtu, si fanno previsioni di un rialzo a quasi 4 dollari per il 2014 e a 4,10 nel 2015. L’Etc (Etfs Natural Gas), quotato in Italia, è pure in questo caso ai minimi delle ultime 1000 sedute, confermando le valutazioni di chi già da tempo sostiene che per questa materia prima bisogna solo andare short, cioè al ribasso. Forse da ora in poi ciò non sarà più vero.

photo credit: Tambako the Jaguar via photopin cc