Un portafoglio azionario ripieno di cioccolato? Non solo si può fare, ma può rappresentare di questi tempi un’ idea di investimento interessante e originale. Basta costruirlo selezionando azioni tutte legate al mondo del cioccolato. Come ha fatto Joshamee Gibbs, nome d’arte dell’autore del portafoglio pubblicato e aggiornato su adviseonly.com. Ecco la composizione:

Titolo                                                                 Borsa                     Peso (quota)

BARRY CALLEBAUT                                      Zurigo                         12,96%

LINDT&SPRUNGLI ‘P’                                   Zurigo                         13,06%

LOTTE CONFECTIONERY                            Corea                             8,49%

MONDELEZ INTERNATIONAL CLA                     New York                      9,74

NESTLE’ ‘R’                                                         Zurigo                         14,45%

ORION                                                                 Corea                            5,89%

PETRA FOODS                                                  Singapore                    5,20%

THE HERSHEY COMPANY                                 New York                   12,27%

TOOTSIE ROLL                                                 New York                   11,34%

ULKER BISKUVI SANAYI                                     Istanbul                      6,60%

Come vedete si tratta un vero portafoglio monotematico interamente azionario, che investe in aziende quotate, per lo più multinazionali, legate al ciclo lavorativo del cioccolato. Siamo nel settore Food&Beverage (cibi&bevande) un sub-settore del più ampio Consumer Staples, cioè beni di largo consumo.

Nell’ultimo anno il portafoglio “Chocolat” ha guadagnato qualcosa più del 15%,  e dall’avvio – avvenuto 6 luglio 2012 – circa il 26%.  Niente male come performance!

“Il tema azionario di questo investimento – osserva Raffaele Zenti, co-fondatore di Advise Only e responsabile della consulenza finanziaria – è difensivo, come mostra anche il rischio misurato con il nostro termometro, piuttosto basso per un portafoglio azionario: 20 su una scala da zero a 100. Si tratta anche di un portafoglio molto liquido, perché costituito principalmente da strumenti che si possono vendere facilmente in qualsiasi situazione di mercato. In un momento in cui molti operatori puntano su settori più aggressivi, un portafoglio come questo può essere utile per diversificare”.

Il portafoglio “Chocolat”, può essere seguito a questo indirizzo: https://www.adviseonly.com/portfolios/4172#.UlVPI1Bm9Wp

photo credit: pierpeter via photopin cc