Secondo voi, è da comprare un’azione che dà quasi il 10% di dividendo e che è appena stata oggetto di acquisti da parte di un alto dirigente della società stessa? Ce ne fossero, verrebbe da rispondere. Il fatto è che titoli così non soltanto ci sono, ma si possono anche individuare. Nell’ultimo rapporto DividendRank del sito americano DividendChannel sono indicati i casi di insider buying, cioà di acquisti di un titolo da parte di dirigenti o amministratori della società.  Questi ultimi hanno ovviamente una visione privilegiata e unica del business. Probabilmente, se decidono di investire i soldi guadagnati comprando in Borsa azioni della società che dà loro lo stipendio, è perché sono convinti di guadagnare: forse giudicano il titolo molto sottovalutato, o forse hanno percezione di miglioramenti in corso dentro l’azienda. Magari tutte e due le cose. Per gli investitori sapere di queste operazioni è importantissimo: se già la società è buona secondo gli usuali parametri di giudizio, l’elemento “insider” la rende ancora più attraente.

Analizzando il rapporto citato, e selezionando soltanto le azioni per le quali sono stati registrati acquisti “insider” negli ultimi sei mesi, la famosa rivista americana Forbes ha pescato quella che ha tutte le caratteristiche per potersi definire una “chicca” del listino americano. Si chiama TCP Capital Corp. (quotata al Nasdaq e identificata con la sigla TCPC), è una finanziaria. Paga un dividendo su base annua di 1,44 dollari per azione, che significa un rendimento del 9,47%, e ha una bella storia di dividendi alle spalle. Già quindi molto appetibile di suo, presenta un elemento (forte) in più a favore dell’investimento: il director Franklin Johnson ha comprato 3.280 azioni il 16 agosto scorso pagandole 49.954, 40 dollari, pari a un prezzo per azione di 15,23 dollari.

Nell’ultimo anno il titolo ha oscillato tra un minimo di 14,39 e un massimo di 16,94.  Ieri, 21 agosto, ha chiuso a 15,28 dollari. Difficile pensare che un titolo così possa riservare brutte sorprese.

photo credit: bgolub via photopin cc