Quando sui mercati finanziari si comincia con il pessimismo, spesso si va troppo in là. E’ successo, per esempio, con i titoli delle banche e delle società finanziarie, punite oltre misura dalla crisi Lehman Brothers in poi. Almeno ne sono convinti gli analisti azionari e quelli specializzati sulle banche  di Morgan Stanley: ritengono infatti che il mercato sottovaluti il potenziale di un certo numero di titoli finanziari europei per eccesso di pessimismo sulla revisione della qualità del loro attivo e della leva finanziaria (leverage). Anche se non si nascondono che i venti contrari permangono. In ogni caso sono in sovrappeso sul settore bancario e prediligono in particolare i titoli UBS , Lloyds , ING, BNP , Baer , oltre alla società della Borsa di Londra(e di Milano) LSE-London Stock Exchange .

NON SOLO TITOLI CICLICI 

Non ci sono solo i titoli ciclici per puntare sulla ripresa economica. Secondo Morgan Stanley il settore dei finanziari va preferito dal momento che ha fatto registrare una sottoperformance significativa negli ultimi cinque anni: basti pensare che dal 25 settembre 2008 al 25 settembre scorso, a fronte di un +13,06% dell’indice MSCI Europe (tutte le azioni europee), l’MSCI Europe financials (che comprende banche e finanziarie europee) ha perso il 23,08% e l’MSCI Europe banks (solo banche europee) addirittura il 33,64%.

Il settore ha un legame superiore alla media degli altri settori con l’economia europea, e presente un combinazione favorevole  di valutazioni basse e graduale tendenza all’incremento degli utili.

I preferiti da Morgan Stanley
Titolovalutaprezzo obiettivoprezzo attualerialzo potenziale
LLOYDSgbp1007533,3%
BNPeuro60,150,8418,2%
INGeuro108,4718,1%
BAERgrsv5042,5117,6%
LSEgbp1795156714,6%
UBSfrsv2118,8411,5%

photo credit: twicepix via photopin cc