Abbastanza simile a quello del Ftse Mib italiano il grafico del listino di Madrid (nella foto la sede dell Borsa spagnola) che si trova però a ridosso ora della barriera dei 10.947 punti (contro i 10.455 di oggi), piuttosto robusta. La crescita delle ultime sedute è stata considerevole ed è quindi inevitabile e auspicabile che si determini una correzione, ottima occasione per acquisti. Se è probabile che i 10.947 punti si dimostreranno una resistenza ostica, dopo si aprirà un terreno vergine di circa 2.000 punti, in cui i “buy” potranno scatenarsi.

IL PORTOGALLO E’ PARTITO DOPO. CORRERA’?

Dei tre listini è il più debole. Passi avanti sono già stati compiuti, ma i margini di crescita appaiono consistenti, sempre che Lisbona ritrovi spinta in un’economia ancora incerta. Inoltre c’è un aspetto non trascurabile, cioè l’assenza di rilevanti capitalizzazioni, che tiene lontani i capitali esteri. Il superamento dei 7300 punti (contri i 7094 punti di oggi) sarà un primo passo, ma quello decisivo è posto a 8100 punti. Per raggiungerlo ci vorrà però ancora tempo.

photo credit: M. Martin Vicente via photopin cc