Credevamo che la settimana passata sarebbe stata abbastanza priva di tensioni sui mercati finanziari in attesa delle decisioni della Federal Reserve in materia di politica monetaria. Invece negli ultimi giorni sono aumentate le preoccupazioni sulla crisi in Ucraina. Oggi i cittadini della Crimea vanno alle urne per votare il referendum sulla secessione della regione indipendente dall’Ucraina e l’annessione alla Russia (nella foto Yalta, sulla costa della Crimea, sede nel 1945 della storica conferenza tra Roosvelt, Stalin e Churchill per decidere gli assetti geopolitici internazionali dopo la guerra).  Salvo colpi di scena dell’ultima ora, il referendum (l’esito si conoscerà domani) dovrebbe confermare la volontà della popolazione della Crimea di tornare sotto il governo di Mosca.

La Russia ha cominciato a mobilitare le truppe sui confini orientali dell’Ucraina e sposta parte della propria flotta sul Mar Nero a Sebastopoli. Nonostante gli inviti dell’Unione Europea (soprattutto della Germania) e degli Stati Uniti alla Russia di allentare le tensioni, il governo di Mosca non sembra intenzionato a retrocedere dalle proprie posizioni.

RUBLO AI MINIMI CON EURO E DOLLARO

Ci sono due cartine di tornasole importanti che ci confermano che le paure sono elevate. Abbiamo i CDS sull’Ucraina e sulla Russia (ovvero i Credit Default Swaps, derivati che assicurano il rischio di insolvenza di un Paese) che hanno mostrato recentemente un forte aumento.

Poi il mercato valutario e l’andamento del rublo russo. Il cambio tra il dollaro statunitense e il rublo è tornato a correre toccando un nuovo massimo a 37. Stesso discorso per l’euro/rublo, arrivato a segnare nuovi massimi storici sopra 51.

E anche il mercato azionario italiano ne risente. L’indice FTSE Mib della Borsa di Milano, dopo aver quasi toccato i 21 mila punti, ha mostrato due sessioni in forte flessione aumentando i timori degli investitori su una possibile inversione di tendenza.

Filippo Diodovich –  Market Strategist IG Italia

Per ulteriori approfondimenti: http://www.ig.com/it/news-e-analisi-di-mercato