Gli investitori stanno favorendo azioni americane rispetto a quelle dei mercati emergenti: i flussi di sottoscrizione dei fondi e le misure sulla volatilità dei mercati mostrano che chi investe cerca sempre di più la relativa sicurezza dei titoli azionari americani.
Dall’inizio di quest’anno ammonta a quasi 95 miliardi dollari il flusso di investimenti in ETF (exchange-traded funds, i fondi di investimento quotati) in azioni americane (nella foto il New York Stock Exchange).  Questa massa di investimenti ha contribuito a sostenere le quotazioni dell’indice S&P500, che viene scambiato attualmente a 16 volte gli utili, il 40% in più rispetto all’MSCI Emerging Markets Index (l’indice azionario globale) e addirittura il 70% in più del P/E (rapporto prezzo/utili) corrente dell’MSCI Bric index (l’indice delle Borse di Brasile, Russia, India e Cina).  Ma gli investitori preferiscono guardare al Vix, l’indice che misura le oscillazioni dei prezzi dell’indice azionario americano, il quale – pur tornato intorno alla soglia critica di 15 – indica che il mercato statunitense  nell’arco di oltre sei anni è il più calmo rispetto ai listini azionari di Cina, Brasile, India e Russia.

“La debolezza dei mercati emergenti e le difficoltà economiche connesse hanno spinto alcuni investitori a riallocare i portafogli dagli emerging markets verso gli Stati Uniti,” ha dichiarato James Gallia, un gestore di fondi presso la Boston Advisors LLC, che supervisiona circa 2,3 miliardi di dollari. “Gli Stati Uniti – ha aggiungo – sono visti come l’economia più stabile al momento, e il mercato azionario Usa è ritenuto quello con le migliori prospettive rispetto al resto del mondo”.

In base agli ultimi dati raccolti dagli analisti di Thomson Reuters, gli utili dell’S&p500 stimati per quest’anno si dovrebbero attestare a 110,7 punti che, con la chiusura di venerdi dell’indice a quota 1663,47 porta il rapporto prezzo/utili (P/E) a quota 15,02. Le stime per il 2014 vedono i profitti in crescita dell’11,1% a 123,01 punti e di un ulteriore 10,2% nel 2015 a 135,59 punti.

photo credit: Justin in SD via photopin cc