La ricchezza mondiale è cresciuta del 5 % a cambi correnti (+7 % a cambi costanti) da metà 2012 a metà 2013 , a fronte di un calo globale del 5 % registrato nell’anno precedente. Questo aumento, misurato dal  Credit Suisse Research Institute, sostiene la domanda di beni di fascia alta e di lusso e quindi le prospettive di Borsa dei marchi quotati.

Gli Stati Uniti hanno fatto registrare il più ampio miglioramento, con un +13 % grazie ad un rimbalzo sia dei prezzi degli immobili che dei mercati azionari sostenuta.  Solo in Giappone la ricchezza risulta diminuita, e di molto: meno 20%, principalmente a causa cambio dello yen che si è indebolito su dollaro e euro.L’Europa è invece riuscita a recuperare parte della distruzione di ricchezza dello scorso anno. Infine la Cina ha visto solo una modesta crescita rispetto al forte ritmo di creazione di ricchezza negli ultimi dieci anni.

La creazione di ricchezza a lungo termine rimane solida e il Credit Suisse Research Institute prevede che possa aumentare del 7 % annuo fino al 2018, cioè al di sopra del tasso di 5 % dello scorso decennio. Nonostante le preoccupazioni a breve termine , la creazione di ricchezza nei Paesi emergenti  dovrebbe continuare ad essere maggiore nei prossimi cinque anni rispetto al ritmo delle nazioni più sviluppate. Gli Stati Uniti dovrebbero mostrare tassi di crescita superiori alla media del mondo sviluppato (soprattutto per il lusso) mentre i Paesi ricchi di materie prime come il Canada e l’Australia presentano opportunità interessanti. Tra gli emergenti si segnalano infine l’Indonesia , il Messico , il Brasile e l’India come mercati con interessanti prospettive di penetrazione a lungo termine per i marchi del lusso a livello mondiale .

Le prime scelte azionarie del Credit Suisse nel lusso a livello mondiale sono:

STATI UNITI

Tiffany - marchio non ancora pienamente sfruttato in Europa e in Asia , che beneficerà del miglioramento dei prezzi delle materie prime e dello spostamento verso le regioni a più alta marginalità;

Ralph Lauren  – il riposizionamento nel segmento del lusso offre opportunità interessanti a lungo termine in Europa/Asia;

EUROPA

Swatch Group - oltre il 60% delle vendite da clientela di Paesi emergenti,  prezzi competitivi in tutta filiera;

Richemont - vantaggio da posizione competitiva in design del gioiello, pricing power (capacità di imporre prezzi) superiore e miglioramento della gamma top-line;

Burberry  – slancio del marchio in Cina.

ASIA

Prada - crescente penetrazione globale sia per il marchio  Prada che per quello Miu Miu, forte slancio nei mercati emergenti;

Chow Tai Fook - il più grande gioielliere mondiale per capitalizzazione di mercato, ampia e redditizia esposizione per la crescente massa di cinesi che sono interessati ai gioielli di marca.

7 PERLE DEL LUSSO 
valuta prezzo del 17/10/2013 prezzo obiettivo  rialzo potenziale
TiffanyUsd

77,53

89

14,8%

Ralph LaurenUsd

161,68

189

16,9%

BurberryGbp

1503

1700

13,1%

Swatch groupFrSv

572

630

10,1%

RichemontGbp

90,95

100

10,0%

PradaHkd

75,15

86

14,4%

Chow Tai FookHkd

12,64

12,9

2,1%

photo credit: Jaclyn Auletta via photopin cc