Un potenziale di rialzo complessivo medio da qui a un anno superiore al 17%, di cui il 13,5% in virtù del capital gain e un ulteriore 3,5% sotto forma di dividendi. E’ quanto potrebbe fruttare l’investimento in un portafoglio di cinque titoli azionari europei selezionati dagli analisti di Ubs ai quali è stato attribuito il giudizio buy (comprare).

ENEL - Secondo Alberto Gandolfi, analista Ubs, Enel (nella foto il neo amministratore delgato Francesco Starace) è scambiata al di sotto del suo valore anche considerando lo scenario più negativo: quindi, sempre secondo Gandolfi, il rischio per chi investe è relativamente contenuto mentre la possibilità di guadagno a 12 mesi può arrivare al +20% (in virtù del nuovo prezzo obiettivo alzato da 4,25 e 4,90 euro per azione), al quale aggiungere un 3,2% di dividendo annuo.

GDF SUEZ - Potrebbe arrivare a 22 euro, il 18,5% in più dell’attuale quotazione in Borsa (con un dividendo annuo del 6,3%), in quanto il mercato non sta valutando correttamente i rendimenti, la crescita strutturale e i flussi di cassa attesi.

IBERDROLA – Il i prezzo obiettivo è stato portato da 4,8 a 5,7 euro, può ora salire del 12,2% (a cui aggiungere una cedola del 3,1%), in quanto offre, per Gandolfi,un rendimento interessante e un attraente profilo di rischio/rendimento Tamsin Garrity

MEDIASET – un altro analista di Ubs, ha invece attribuito un prezzo obiettivo di 4,3 euro per azione a Mediaset alla luce degli accordi strategici internazionali imminenti (Mediaset Premium e non solo): il potenziale rialzo in questo caso è superiore all’8% a 12 mesi.

SSB – Stephen Hunt, altro analista Ubs, ritiene che un dividendo pari al  6,1% annuo sia generoso e sostenibile ed ha rialzato da 1475 a 1620 pence per azione il prezzo obiettivo del titolo. Se il target fosse raggiunto entro i prossimi 12 mesi consentirebbe all’investitore di guadagnare oltre il 16% (di cui 10% di capital gain).

photo credit: EWEA via photopin cc