Gli analisti di Barclays non hanno dubbi: hanno valutato il titolo Saipem  OW (overweight, sovrappesarlo in portafoglio), con un prezzo obiettivo di 20 euro per azione, il 27% in più rispetto all’attuale prezzo di Piazza Affari (15,64 la chiusura di ieri).  Sebbene Saipem continui ad avere problemi, Mick Pickup e Haley Silverman ritengono che molte delle implicazioni negative siano già scontate nella quotazione corrente.

Il titolo, nella valutazione dei due analisti di Barclays, ha un supporto al livello di 15 euro;  l’attuale fase di transizione dovrebbe essersi conclusa con l’esercizio 2013 e già a cominciare dal prossimo anno il gruppo dovrebbe tornare a registrare guadagni in linea con il 2011- 2012 con ampie possibilità di miglioramento dal 2015 in poi. Dopo la perdita di 339 milioni di euro stimata per l’attuale esercizio, nel 2014 dovrebbero tornare i profitti (375 milioni) previsti in accelerazione nel 2015 (825 milioni). Ne beneficierà il rapporto prezzo/utili, in miglioramento fino a quota 8,5 nel 2015. La generazione di cassa in crescita dovrebbe inoltre permettere di remunerare i soci dopo l’azzeramento della cedola di quest’anno: il rendimento da dividendo previsto per il 2014 è l’1,8% e il 3,9% per il 2015.

photo credit: Daniel Gasienica via photopin cc