Tre “piccole” italiane dagli ottimi potenziali di crescita. Potrebbero essere definite così Bolzoni, Eurotech e Prima Industrie. Almeno secondo Alberto Francese, analista di Banca Imi che ha valutato buy (da comprare) tutte e tre le “small cap” con un prezzo obiettivo a 12 mesi tra il 36% e il 60% superiore alle attuali quotazioni.

BOLZONI

Il gruppo Bolzoni Auramo, frutto della fusione fra l’italiana Bolzoni S.p.a. e la finlandese Auramo OY e operativo in tutti i continenti,  è tra i primi produttori europei di attrezzature per carrelli elevatori e piattaforme elevatrici. Per Banca Imi gli utili, dopo il raddoppio di quest’anno, dovrebbero crescere di un ulteriore 90% nel prossimo esercizio proiettando il rapporto prezzo utili a 8,60 a fine 2014. Il prezzo obiettivo è fissato a 3,95 euro per azione, il 36% in più di quanto scambi attualmente a Piazza Affari.

EUROTECH

Eurotech è una società dedicata alla ricerca, sviluppo e produzione di computer miniaturizzati (NanoPC) e di computer ad elevate prestazioni (HPC). L’analista di Banca Imi giudica positivamente le prospettive per la società dell ’accordo raggiunto tra The European technology platform for high performance computing (ETP4HPC), della quale Eurotech è tra i membri fondatori, con la Commissione europea. L’accordo prevede finanziamenti per la ricerca e l’innovazione in High Performance Computing forniti dal Parlamento europeo all’industria del settore. Per Banca Imi il titolo può arrivare a 2,80 euro per azione, il 57% al di sopra dell’ultima quotazione a Piazza Affari.

PRIMA INDUSTRIE

Il gruppo, che ha stabilimenti produttivi in Italia, Finlandia, Stati Uniti e Cina, opera nei settori laser e macchine laser ad alta potenza per applicazioni industriali e sistemi per la lavorazione della lamiera (Prima Power), elettronica e sorgenti laser industriali (Prima Electro). Alberto Francese prevede un sensibile miglioramento del rapporto prezzo/utili (p/e) che dal 13, 7 – 14,3, valori tra i quali è oscillato tra il 2012 e il 2013, dovrebbe attestarsi a 5,9 a fine 2014. Per Banca Imi il titolo ha un prezzo obiettivo di 14,15 euro per azione, il 60% in più del prezzo corrente sul listino milanese.

SMALL CAP AD ALTO POTENZIALE
quotazioneprezzo obiettivorialzo potenziale
Bolzoni2,893,9536,7%
Eurotech1,7812,857,2%
Prima Industrie8,8214,1560,4%

photo credit: Ciccio Pizzettaro via photopin cc