Dopo un 2013 finora da dimenticare (-20% da gennaio a ieri), si aprono interessanti prospettive per i prossimi 12 mesi per il titolo Cnh Industrial. Ne è convinta Monica Bosio, dell’Equiqty research di Banca Imi, che ne raccomanda l’acquisto (buy) con un prezzo obiettivo di 11,2 euro per azione, il 45% in più di quanto quoti attualmente alla Borsa di Milano.

CNH Industrial è un gruppo industriale italo-statunitense, controllato dal gruppo Fiat, operante nel settore dei cosiddetti capital goods. Attraverso i suoi marchi progetta, produce e commercializza macchine per l’agricoltura e le costruzioni, veicoli industriali e commerciali, autobus e mezzi speciali, oltre ai relativi motori e trasmissioni, e propulsori per applicazioni marine. Secondo l’analisi, il mercato dei camion in Europa sta dando segnali di stabilizzazione (i dati delle immatricolazioni nel Vecchio Continente a settembre e ottobre vanno proprio in questa direzione) e fornisce delle promettenti prospettive per il prossimo anno anche in funzione del fatto che entrerà in vigore la normativa Euro 6. Un trend che si traduce in un netto miglioramento dei fondamentali di Iveco, il marchio principale con cui opera il gruppo CNH.