C’è un ulteriore 10% di rialzo potenzialmente alla portata del titolo Tui AG nei prossimi 12 mesi nonostante la quotazione nell’ultimo anno sia già salita del 67%. A sostenerlo, in un report dedicato, è Alex Brignall, analista di Ubs, che definisce molto incoraggianti  le performance operative del gruppo tedesco leader nell’offerta di servizi turisti e logistici (hotel, viaggi, vacanze, crociere)quotato alla Borsa di Francoforte (nella foto l’amministratore delegatoFriedrich Joussen).

PIU’ PROFITTI, PIU’ “CASSA” E DIVIDENDO PIU’ RICCO

In particolare i margini operativi netti (Ebit) dovrebbero crescere del 18% quest’anno, del 17% il prossimo e di un ulteriore 11% nel 2016 , con un netto miglioramento dei profitti e della posizione finanziaria netta. Il rapporto prezzo/utili, secondo Brignall, dovrebbe scendere da quota 15,0 del 2013 al 10,2 nel 2016, mentre la posizione di cassa da negativa (-67,9 milioni di euro), dovrebbe potersi ribaltare in positivo per  273 milioni nel 2016. Previsto anche un sensibile miglioramento della remunerazione ai soci: il rendimento da dividendo salirà all’1,5%  nel 2014, al 2,7% nel 2015 e al 3,6% nel 2016. Da Brignall il titolo Tui Ag viene valutato 13,50 euro per azione, il 10% in più di quanto scambi attualmente sul listino tedesco.

Photo: Tui AG