C’è una società cementiera svizzera che opera in tutto il mondo, la Holcim, che secondo la banca privata Vontobel ha un ampio margine di crescita in Borsa, fino al 20% nel giro di un anno. Il gruppo, che capitalizza a Zurigo 21,5 miliardi di franchi svizzeri (cioè poco meno di17,5 miliardi di euro), produce e commercializza calcestruzzo preconfezionato, cemento, clinker e additivi e fornisce anche servizi di consulenza e di ingegneria in tutte le aree del processo di produzione del cemento.

Per Christian Arnold, analista di Vontobel, Holcim dovrebbe riuscire ad incrementare i margini operativi lordi (Ebitda) del 13,3% nel 2014 e di un ulteriore 11,5% nell’ esercizio successivo, con una ricaduta positivi sugli utili netti in salita del 27% nel 2014 e di un ulteriore 20% nel 2015: il rapporto prezzo/utili (p/e) dovrebbe in parallelo scendere dall’attuale 17,8 al 15,2 nel 2014 e al 10,7 nel 2015. In forte miglioramento anche il Roe (return on capital) che dal 7,3% del 2013 salirà all’8,5% il prossimo esercizio per attestarsi poi all’11% in quello  del 2015. Il titolo per Arnold è da comprare (buy) con prezzo obiettivo di 79 franchi svizzeri (il 20% in più di quanto quota attualmente sul listino di Zurigo) a cui si deve aggiungere un dividendo del 2,3% nel 2014 e del 3,0% nel 2015.

photo credit: CameliaTWU via photopin cc