La mossa della spagnola Telefonica di salire sino alla maggioranza di Telco, la società che controlla Telecom Italia, ha fornito lo spunto agli analisti di Morgan Stanley Research per elaborare uno studio aggiornato su un settore “caldo” per le grandi manovre in corso, individuando 8 titoli delle telecomunicazioni che presentano prospettive di rialzo, in qualche caso notevoli: Orange, Tdc, Telenor, United internet, Ziggo, TalkTalk, Inmarsat, Colt.

Le ragioni principali per puntare sul settore e su questi 8 titoli in particolare – nello studio di Morgan Stanley – sono diverse:

- maggiore attenzione sugli utili e sui profitti da ridistribuire ai soci azionisti;

- continui progressi nel risanamento dei bilanci;

- minori effetti delle decisioni delle autorità europee che, pur proseguendo nel fissare nuove regole per il mercato, sembrano ora preoccupare meno gli operatori del settore;

- nuove proposte in tema di roaming e di banda larga;

- consolidamento del settore che è appena iniziato e promette nuove aggregazioni con relative prede e predatori.

Ma ecco di seguito, in sintesi, le ragioni che hanno fatto giudicare ciascuno dei titoli delle telecomunicazioni meritevole di essere sovrappesato nel portafoglio degli investitori.

ORANGE

Le stime sembrano ragionevoli e le attuali valutazioni convenienti; atteso anche un migliore controllo dei costi e possibili sovvenzioni statali. Prezzo obiettivo: 9,60 euro; guadagno potenziale a 12 mesi (incluso dividendo): 8%

TDC

Rappresenta la scelta migliore tra i difensivi del settore telecom. Sta migliorando la tendenza dei profitti e dei dividendi. Prezzo obiettivo: 53 corone danesi; guadagno potenziale a 12 mesi (incluso dividendo): 19,5%

TELENOR

Evidenzia la migliore crescita relativa (cioè nel confronto con i concorrenti di settore), e una interessante progressione dei dividendi. Prezzo obiettivo: 150 corone norvegesi; guadagno potenziale a 12 mesi (incluso dividendo): 12,1%

UNITED INTERNET

Forte impulso dalla banda larga; rialzo medio annuo del 35% degli utili attesi per i periodo 2012-2016 guidato dalla divisione mobile, elevati ritorni sugli investimenti. Prezzo obiettivo: 28,5 euro; guadagno potenziale a 12 mesi (incluso dividendo): 4,4%

ZIGGO

Ampie possibilità di crescita dei flussi di cassa attraverso iniziative di condivisione dei costi con UPC, l’altro importante operatore cavo olandese, che non è in concorrenza con Ziggo dato che le loro rispettive aree di copertura non si sovrappongono. Prezzo obiettivo: 34 euro; guadagno potenziale a 12 mesi (incluso dividendo): 18,2%

TALKTALK

Possibile rimbalzo fino al 60% dei flussi di cassa attesi per il 2015 grazie al taglio dei costi e ad alcune dismissioni non strategiche. Prezzo obiettivo: 280 sterline inglesi; guadagno potenziale a 12 mesi (incluso dividendo): 19,5%

INMARSAT

Nonostante valutazioni non eccessivamente attrattive, l’operatore satellitare britannico vanta prospettive molto positive sul lungo termine grazie al settore marittimo. Prezzo obiettivo: 820 sterline inglesi; guadagno potenziale a 12 mesi (incluso dividendo): 19,6%

COLT

Valutazione interessante e forti opportunità di crescita nel cloud computing. Prezzo obiettivo: 170 sterline inglesi; guadagno potenziale a 12 mesi (incluso dividendo): 46,0%