Non solo dividendi alti e crescenti, ma anche potenziale di relativo rialzo nei prossimi 12 mesi. Si tratta di Forbo e Deutsche Telekom (foto). La prima è una società svizzera tra i leader mondiali nella produzione di rivestimenti per pavimenti, adesivi per l’edilizia nonché nella tecnica di azionamento e trasporto leggero. Deutsche Telekom, invece, è il colosso telefonico ex monopolista tedesco. Secondo due recenti report della svizzera Ubs sono entrambi titoli da comprare (“buy”). Anche perché portano in dote agli investitori un generoso dividendo: 4,6% per Deutsche Telekom e addirittura 5,2% per Forbo.

FORBO

Torsten Wyss, analista di Ubs Investment Research, ritiene che il plus per gli investitori in questo titolo non stia tanto nei buoni margini (il margine operativo lordo sul fatturato è comunque al di sopra del 10% e si manterrà su questi livelli anche nei prossimi due esercizi), quanto nell’ingente liquidità in cassa che permetterà alla società di alzare il dividendo annuo dal 2% pagato quest’anno al 5,2% sia nel 2014 che nel 2015. Il prezzo obiettivo è stato alzato da 675 a 750 franchi svizzeri per azione, il 6% in più degli attuali prezzi di Borsa.

DEUTSCHE TELEKOM

Polo Tang e Vikram Karnany, analisti di Ubs Global Research, hanno stimato il valore del colosso telefonico tedesco ipotizzando una riaccelerazione dei margini lordi  in percentuale sul fatturato dall’11,7% del 2013 al 12,6% l’anno prossimo e al 13,2% nel 2015, con una crescita dei profitti netti del 15% quest’anno, dell’8,8% nel 2014 e dell’8,1% l’anno successivo. La risultante finale è un prezzo obiettivo di 12,7 euro per azione pari ad un rialzo potenziale dell’11% dagli attuali livelli. Il dividendo dovrebbe attestarsi al 4,6% sia quest’anno che il prossimo, per poi balzare al 6,5% nel 2015.

photo credit: jbvkoos via photopin cc