Il 2013 è stato positivo ma non certo esaltante (+6,5% la performance in Borsa da inizio anno), ma il 2014 potrebbe essere per Barclays un anno molto positivo. Secondo Andrew Coombs, Ronit Ghose, Rahul Bajaj e Nicholas Herman, analisti dell’Equity Research dell’americana Citi, il titolo del gruppo bancario britannico vale un buy (comperare) con un prezzo obiettivo a 12 mesi di 3,2 sterline per azione, il 24% in più di quanto venga attualmente scambiato in Borsa a Londra (e leggermente inferiore alla stima diffusa nello scorso agosto)

PIU’ PROFITTI, E IL DIVIDENDO POTREBBE RADDOPPIARE

Per i quattro esperti del settore bancario europeo, Barclays potrà tornare nel 2014 a generare i profitti del 2012 dopo la contrazione registrata quest’anno (-24%) per poi crescere dell’11% nell’esercizio 2015. A beneficiarne saranno sia il rapporto prezzo/utili (p/e) previsto nel 2015 al 6,9 sia  il rapporto prezzo/patrimonio netto (p/bv) che fra due anni scenderà a 0,7. Anche il Roe (ritorno sul capitale ) è visto in sensibile miglioramento: dal 3,6% di quest’anno salirà all’8,5% nel prossimo anno e al 9,4% nel 2015. Un contesto che, qualora fosse confermato sul campo, dovrebbe consentire di remunerare i soci in modo molto più generoso: il dividendo potrebbe infatti raddoppiare dal 2,2% di quest’ anno al 4,4% del 2014 per proiettarsi al 6,5% nell’esercizio 2015.

photo credit: Nigel_Brown via photopin cc