Rimane alta la concentrazione degli investitori sulle trimestrali statunitensi che iniziano questa settimana. Come di consueto, spetterà ad Alcoa (nella foto l’Alcoa building di Pittsburgh) domani martedì 8 luglio inaugurare in serata la stagione dei conti. Nel secondo trimestre la domanda di alluminio dovrebbe aver subìto un sensibile rialzo, grazie al continuo miglioramento del mercato auto negli Usa e ai timidi segnali di ripresa in Europa. Anche i dati più recenti sul’economia cinese cinese hanno mostrato un miglioramento dell’attività manifatturiera dopo la debolezza dei primi mesi dell’anno.

Se le indicazioni su base consuntiva sono incoraggianti, rimane qualche incertezza sulle previsioni per il resto dell’anno. Qualche avvisaglia è arrivata qualche settimana fa con la cancellazione di alcuni importanti ordini di aeromobili da parte di alcune compagnie aeree. Ci aspettiamo che, se nei prossimi mesi dovessero esserci nuove avvisaglie di rallentamento in Cina, la domanda di alluminio rimanga contenuta.

DA 8 A 15 DOLLARI IN NOVE MESI:  MA SE SFONDA QUOTA 16 PUO’ SALIRE ANCORA

Intanto la corsa del titolo Alcoa in borsa non sembra finire qui. Dai minimi di ottobre, a 8 dollari, il titolo si è spinto sino a 15 dollari, con una performance positiva dell’87%. Salvo qualche correzione temporanea, il titolo rimane in rotta per raggiungere quota 16 dollari. Solo un superamento di questo livello, potrebbe creare le premesse per un allungo verso area 18,50 dollari, top del 2011. Attenzione invece alla discesa sotto i 13 dollari, che potrebbe peggiorare il quadro grafico di breve e aprire così a una discesa importante.”

Vincenzo Longo Market Strategist IG Italia

Per ulteriori approfondimenti: http://www.ig.com/it/news-e-analisi-di-mercato

photo credit: mikeyexists via photopin cc